Categorie
#piumaiuta

Canone Rai in bolletta: 10 domande e 10 risposte per saperne di più

Con la legge di stabilità del 2016, il Canone Rai (ufficialmente riconosciuto come Canone Tv), si paga direttamente nella bolletta della luce. L’importo, che attualmente è pari a 90 euro/anno, viene spalmato in 10 mensilità, da 9 euro l’una, da gennaio a ottobre.

Nella sezione della bolletta della luce dedicata ai pagamenti delle imposte si trova la voce “canone di abbonamento alla televisione per uso privato”: è proprio lui, il Canone Rai, l’imposta che tutte le persone devono pagare se possiedono un apparecchio televisivo. Fin qui tutto chiaro.

Ma questa operazione solleva diversi quesiti e dubbi nel consumatore: qui di seguito proveremo a rispondere ai più comuni.

1. Innanzitutto, perché il Canone Rai è stato inserito nella bolletta?

L’operazione ha avuto come obiettivo quello di estendere a tutti il pagamento dell’imposta, presumendo che ogni titolare di una fornitura elettrica abbia almeno una TV nella sua abitazione di residenza.

2. Se ho due case (e quindi due contratti di luce) devo pagare anche due volte il Canone?

Il Canone di abbonamento Rai deve essere pagato una sola volta all’anno, indipendentemente dal numero di apparecchi televisivi che sono presenti nell’abitazione e anche in caso di seconda casa.
Se le case sono intestate alla stessa persona, solo una delle due bollette conterrà il canone, ovvero solo la bolletta della fornitura di energia elettrica relativa all’abitazione di residenza.

3. Sono in affitto: chi paga il Canone, io o il padrone di casa?

Se la casa è in affitto, spetta all’affittuario pagare il canone Rai, anche se il televisore è stato acquistato dal proprietario di casa, perché a usufruirne è chi vive nell’abitazione. L’addebito viene effettuato sulla bolletta della luce di cui è intestatario. Se non si è intestatari di un contratto di fornitura elettrica, l’importo non può essere addebitato sulla bolletta e deve essere versato tramite modello F24. 

4. Il contratto della luce è intestato a mia moglie, mentre il Canone Rai è intestato a mio nome. Arriveranno due richieste di pagamento?

Il Canone Rai è dovuto una sola volta per nucleo familiare (a meno che i coniugi non abbiano residenze diverse). Se è già presente sulla bolletta della luce intestata alla moglie, il canone sarà addebitato solo sulla bolletta della luce intestata alla moglie e lo sportello SAT procederà alla voltura del Canone Rai nei confronti della moglie. Nessuna dichiarazione sostitutiva deve essere presentata dalla moglie o dal marito.

5. Ho un contratto della luce, ma non ho alcun televisore: che cosa devo fare per non pagare il Canone?

Chi non è possessore di un apparecchio televisivo ha ovviamente diritto all’esonero e deve presentare all’Agenzia delle Entrate una “Dichiarazione di Non Detenzione”: il modulo deve essere presentato ogni anno entro il 31 gennaio dell’anno in corso. La dichiarazione ha validità annuale, quindi deve essere presentata ogni anno. La presentazione dal 1° febbraio al 30 giugno 2021 esonera, invece, dal pagamento del Canone dovuto per il secondo semestre 2021.
Scarica qui il modulo per la Dichiarazione di Non Detenzione.

6. Chi ha diritto all’esenzione dal Canone Rai?

Hanno diritto all’esonero anche le persone con più di 75 anni di età con reddito non superiore a 8000€ all’anno: il 75°anno di età deve essere stato raggiunto entro il 31 gennaio dell’anno per il quale si chiede l’esenzione, in caso diverso si potrà usufruire solo dell’esonero per il secondo semestre. 
Scarica qui il modulo per l’esenzione.

Oltre gli over 75 e chi non possiede una TV, sono esentati dal pagamento:

  • agenti diplomatici, funzionari consolari e di organizzazioni internazionali;
  • militari di cittadinanza non italiana appartenenti alle Forze Nato;
  • militari delle Forze Armate Italiane;
  • venditori e riparatori di TV;
  • degenti in case di riposo;
  • proprietari di imbarcazioni non utilizzate a fini commerciali.

7. Vedo la TV dal computer in streaming. Devo pagare il Canone Rai?

L’Agenzia delle Entrate, ha precisato che le utenze domestiche non devono pagare il canone per il possesso di computer, cellulari e tablet o qualsiasi altro dispositivo privo di sintonizzatore per il digitale terrestre o satellitare.

8. Sul Canone Rai addebitato in bolletta è previsto anche il pagamento dell’Iva?

No, il Canone Rai non è soggetto a Iva ed è indicato distintamente dagli altri importi nella bolletta della luce.

9. Cosa devo fare se in bolletta mi viene addebitato l’importo del Canone pur avendo inviato una dichiarazione di non detenzione o avendo diritto all’esenzione?

Può capitare che per errore venga addebitato il pagamento del Canone RAI in bolletta a chi non è tenuto a pagarlo e in questo caso è possibile richiedere il rimborso. La richiesta va fatta all’Agenzia delle Entrate e non al fornitore di energia che è solo un tramite della ricezione dell’imposta. 
Scarica qui il modulo per il rimborso.

10. Nel modello di rimborso devo indicare il numero POD; che cos’è e dove lo trovo?

Il codice POD è il punto di prelievo dell’energia ed è reperibile sulla bolletta dell’energia elettrica in alto a sinistra.

Speriamo di aver risposto a tutte le tue domande.
Se dovessi averne altre, non esitare a contattarci 🙂

Categorie
Caratteristiche dell'offerta Vivi Leggero

Attivi Piuma ad occhi chiusi e non avrai più pensieri!

Lo sappiamo, te lo abbiamo detto tante volte, passare a Piuma è facile: basta caricare la tua ultima bolletta sul sito e noi ti indichiamo la fascia di consumo più adatta alle tue esigenze. Sì, tutto facile, dirai, in pochi click attivo il contratto, ma se poi rimango senza fornitura di energia nell’attesa del passaggio da un fornitore all’altro?

Ecco, non preoccuparti: con Piuma non devi avere paura di restare al buio!

La nuova fornitura inizia nel momento in cui Piuma avrà compiuto tutte le operazioni tecniche e commerciali necessarie a garantire il trasporto e la consegna dell’energia elettrica al contatore del cliente, evitando così qualsiasi interruzione del servizio.

Per tua maggiore tranquillità, sappi che al momento della firma del contratto ti comunicheremo la data prevista per il passaggio effettivo, generalmente compresa tra uno e due mesi.

Facciamo un esempio: se ha inoltrato la richiesta in un giorno qualsiasi di giugno, il passaggio avverrà al più tardi al 1° di agosto. Qualche giorno prima del passaggio, effettueremo una lettura del contatore, per consentire al tuo precedente fornitore di emettere l’ultima bolletta con l’eventuale conguaglio.
Il valore di questa lettura “di passaggio” rappresenta anche il punto di partenza per il conteggio dei consumi da quel momento in poi.

Come vedi, passare a Piuma è davvero facile: non devi preoccuparti di nulla, nemmeno del buio!

Se vuoi saperne di più, parla con noi: ti aspettiamo sulla pagina Contatti del nostro sito!

Categorie
Energia Rinnovabile

L’energia rinnovabile fa davvero bene all’ambiente: lo dimostra uno studio britannico

Attualmente il 75% delle emissioni di gas a effetto serra dell’UE è riconducibile alla produzione e all’uso di energia fossile. Intraprendere un percorso verso lo sviluppo e l’impiego di energia proveniente da fonti rinnovabili, è la soluzione.

Il percorso rinnovabile dell’UE

La trasformazione del settore energetico è un percorso che l’UE deve intraprendere senza meno. La neutralità climatica, infatti, è un traguardo che deve essere raggiunto entro il 2050, come convenuto dai leader europei nel durante l’accordo di Parigi.

Sarà necessario:

  • aumentare l’efficienza energetica;
  • sostenere fonti energetiche più verdi;
  • instaurare migliori collegamenti tra i mercati nazionali dell’energia.

Il Green Deal europeo, un’ulteriore spinta alla decarbonizzazione

L’avvio del Green Deal europeo nel dicembre 2019 ha dato un ulteriore impulso alla decarbonizzazione del sistema energetico dell’UE. Nel dicembre 2020 i leader dell’UE hanno approvato un obiettivo riveduto di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra di almeno il 55% entro il 2030 rispetto ai livelli del 1990.
Un obiettivo decisamene ambizioso per un’Unione europea più verde, più circolare, più digitale e al tempo stesso competitiva a livello mondiale.

L’aumento e l’impiego di energie rinnovabili ha avuto un impatto quantificabile sulla riduzione delle emissioni di CO2?

Lo studio britannico “Drivers of declining CO2 emissions in 18 developed economies” – condotto dai ricercatori del Tyndall Centre for Climate Change Research dell’Università britannica di East Anglia (Uea) e pubblicato su Nature – dice di sì.

I ricercatori hanno analizzato il trend delle emissioni prodotte da 18 economie sviluppate tra il 2005 e il 2015, tra cui Regno Unito, Francia e Germania. Dallo studio è emerso che le politiche a sostegno dell’energia da fonti rinnovabili ed il loro impiego, hanno contribuito alla riduzione delle emissioni di CO2 con una media del 2,2% all’anno.

Senza dubbio le emissioni sono ancora elevate e molto ancora si deve fare. Tuttavia, le nazioni oggetto dello studio sono responsabili del 28% delle emissioni globali di carbonio. Ciò significa che una riduzione delle emissioni può apportare un contributo importante a livello globale.

Secondo lo studio un elemento in comune tra i diciotto Paesi è stata l’adozione di politiche che incoraggiano l’efficienza energetica. A questo proposito i ricercatori hanno trovato diverse correlazioni:

  • tra la riduzione del consumo di energia e il numero di politiche che promuovono l’efficienza energetica in un paese;
  • tra la diminuzione della proporzione di combustibili fossili nel mix energetico e le politiche che promuovono le rinnovabili;
  • tra il declino delle emissioni totali e le politiche finalizzate alla mitigazione e all’adattamento ai cambiamenti climatici.

Occorre ancora lavorare molto per raggiungere l’obiettivo della neutralità climatica nel 2050, ma lo studio evidenzia come in ogni Paese, le politiche energetiche e climatiche a livello centrale siano un elemento decisivo per mantenere sotto controllo le emissioni di carbonio.

Categorie
Caratteristiche dell'offerta

Con Piuma hai più tempo per ciò che conta davvero

Con Piuma controllare ogni singola bolletta, affinché non presenti costi imprevisti, sarà solo un ricordo lontano.

Riprenditi tutto il tempo che prima dedicavi alla gestione della tua fornitura, perché con il canone fisso mensile tutto compreso di Piuma potrai liberarti dal pensiero della bolletta.

E non solo, in più avrai una quota di energia extra compresa nel canone mensile che potrai utilizzare per le tue esigenze (Patto di Consumo Responsabile).

Il prezzo è bloccato per 12 mesi e sarai al riparo da oscillazioni di costo derivanti dal mercato dell’energia, tu non dovrai perderti in nessun tipo di calcolo!

Per rendere le cose ancora più facili e chiare, abbiamo deciso di semplificare al massimo il processo di richiesta e attivazione dell’offerta.
Ci vuole meno di un minuto e si fa tutto online: puoi richiedere una valutazione comodamente anche dal tuo smartphone.

L’unica cosa che devi fare è caricare la tua ultima bolletta disponibile. Poi, saremo noi a trovare la fascia giusta per te!
Faremo una valutazione di quelle che sono state le tue abitudini di consumo degli ultimi 12 mesi e ti proporremo un’offerta che sia in linea con le tue esigenze.
Sarai tu, in tutta libertà, a scegliere se procedere o meno con l’attivazione.  

Non vogliamo rubarti nemmeno un briciolo del tuo tempo, perché sappiamo che è prezioso.
Potrai impiegarlo per fare le cose che ami di più.

Lascia a noi il pensiero della tua energia: con Piuma, puoi fare tutto il resto.

Categorie
Caratteristiche dell'offerta

Ecco cosa può succedere al termine di 12 mesi di fornitura con Piuma

Attivare una nuova fornitura di energia è sempre un momento delicato: dopo aver fatto la tua scelta, temi che, se dovessi ripensarci, tornare sui tuoi passi sia un’impresa volutamente complicata.

Con Piuma metti da parte i tuoi timori, perché la nostra offerta è trasparente, senza nessun costo di attivazione e nessuna penale in caso di recesso dal contratto.  

Le condizioni economiche sono valide per un periodo di 12 mesi a decorrere dalla data di attivazione: avrai così il vantaggio di avere il tuo canone fisso con un prezzo bloccato che ti mette al riparo da eventuali aumenti del prezzo dell’energia.

Come funziona all’inizio?

Al momento della sottoscrizione, calcoliamo la fascia giusta per te sulla base dei tuoi consumi energetici degli ultimi 12 mesi e avrai un canone fisso mensile tutto compreso.

Inoltre, al tuo consumo dell’anno precedente, Piuma aggiunge fino al 10% di energia extra: è la tua riserva di energia annuale e pensiamo possa permetterti di rimanere all’interno della tua fascia con la tranquillità di non superarla.

Facciamo un esempio: avevi un consumo di 2000 kWh, con Piuma potrai consumare nell’arco dei 12 mesi fino a 2200 kWh pari al tuo consumo dell’anno precedente (i 2000 kWh di partenza) più una quota extra di 200 kWh (fino al 10% in più del tuo consumo degli ultimi 12 mesi).

Inoltre, dividiamo la tua soglia annuale in quote mensili di pari valore e l’energia che non usi in un mese la puoi utilizzare in quelli successivi.

Difficile che non ti basti, a meno che non cambi radicalmente le tue abitudini di consumo!

Questo è quello che noi chiamiamo il “Patto di Consumo Responsabile“.

E al termine dei 12 mesi di fornitura, cosa succede?

Allo scadere dei 12 mesi di fornitura, salvo diverse comunicazioni entro 3 mesi dalla scadenza, possono verificarsi due scenari.

1. Hai rispettato il “Patto di Consumo Responsabile”

Ottimo! Continuerai ad avere il tuo canone fisso mensile applicato in fase di sottoscrizione.

2. Non hai rispettato il “Patto di Consumo Responsabile”

Invece del canone fisso mensile, alla tua fornitura sarà applicata la “Tariffa di Riferimento”, ovvero una tariffa classica a consumo monoraria.

Ma i vantaggi di Piuma non finiscono qui!

Al termine dei 12 mesi di fornitura, o prima in caso di recesso, verificheremo comunque che il consumo sia in linea con la riserva di energia disponibile per il periodo di riferimento.

Qualora lo fosse, avrai comunque diritto all’applicazione dell’importo fisso contrattualmente pattuito per tutti i mesi di fornitura trascorsi e, se la somma degli importi fatturati e/o dovuti fino a quel momento dovesse risultare superiore alla spesa annua prevista, ti restituiremo la differenza accreditandoti l’importo nella prima bolletta utile.

Facciamo un Patto: prova Piuma, sarà facile e vantaggioso stare insieme!

Categorie
Caratteristiche dell'offerta

Piuma: Patto di Consumo Responsabile, quota di energia extra e rimborso

Piuma è l’offerta di energia elettrica green a importo fisso mensile tutto compreso per fasce di consumo. Carichi la tua bolletta online e noi troviamo la fascia giusta per te.

La tua fascia di consumo ha una soglia massima calcolata sul tuo consumo dell’ultimo anno e quando attivi l’offerta Piuma ricevi anche una quota di energia extra: fino al 10% in più rispetto al tuo consumo dell’anno precedente.

Ad esempio, se il tuo consumo annuo è stato di 2.000 kWh, riceverai una quota di energia extra di 200 kWh, per una riserva totale di energia pari a 2.200 kWh che puoi consumare nei successivi 12 mesi.
Il consumo dell’energia è regolato da quello che abbiamo chiamato “Patto di Consumo Responsabile”.

Come funziona il “Patto di Consumo Responsabile”?

Tutta l’energia che hai a disposizione viene suddivisa in 12 quote mensili di pari quantità. Ogni mese avrai una quota di consumo extra e se non la utilizzi si accumula per i mesi successivi.

Ti diamo energia extra con la consapevolezza che t’impegnerai a rispettare le soglie previste dal “Patto di Consumo Responsabile”. Pensiamo che sarà semplice per te non superare la quota di energia perché è abbastanza da coprire le tue esigenze.

Non dovrai preoccuparti di monitorare continuamente i tuoi consumi per paura di superare le soglie di consumo perché in bolletta troverai sempre indicato il dato e potrai anche tenerlo sotto controllo tramite l’Area Riservata.

Cosa succede se non rispetti il “Patto di Consumo Responsabile”?

Se durante i primi 5 mesi di fornitura ti capiterà di superare le soglie di consumo previste dal “Patto di Consumo Responsabile” continuerai a pagare lo stesso importo fisso mensile tutto compreso.

Se, invece, a partire dal 6° mese di fornitura, dovessi superare le soglie di energia disponibile, passerai alla “Tariffa di Riferimento”: una tariffa a consumo dalla struttura classica con prezzo fisso dell’energia.

Conguaglio e rimborso

Se sei passato alla “Tariffa di Riferimento”, al termine dei 12 mesi di fornitura o prima, in caso di recesso dal contratto, verificheremo comunque se sei riuscito a rientrare nel “Patto di Consumo Responsabile”.

In caso positivo ti restituiremo quello che hai speso in più rispetto a quanto avresti speso con l’importo fisso mensile tutto compreso.

Categorie
Caratteristiche dell'offerta

Le fasce di consumo di Piuma: “Soft” e “Comfort”

Quando hai dovuto scegliere la tua tariffa luce casa avrai sicuramente avuto a che fare con le fasce di consumo di energia elettrica.
Nel mercato dell’energia per fasce di consumo s’intendono 3 fasce di orario, F1, F2 e F3, che sono state stabilite da ARERA, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. A ciascuna fascia oraria corrisponde un prezzo differente dell’energia.
Fino ad oggi per risparmiare sulla bolletta e scegliere la tariffa migliore per le tue abitudini di consumo ti sei insomma dovuto fermare a pensare: quali sono le fasce orarie nelle quali consumo più energia? Dalle 8.00 alle 19.00? Dalle 7.00 alle 8.00 e dalle 19.00 alle 23.00? Da 00.00 alle 7.00 e dalle 23.00 alle 24.00?
Ecco, prima di Piuma funzionava proprio così ma benvenuta leggerezza!

Continua a leggere l’articolo e scopri la novità delle fasce di consumo di Piuma, cosa sono e come funzionano e perché ti semplificano la vita.

Cosa sono le fasce di consumo di Piuma?

La grossa novità di Piuma è che puoi consumare tutta l’energia che ti serve senza mai dover guardare l’orologio perché le fasce di consumo di Piuma non corrispondono a fasce orarie nelle quali devi per forza concentrare l’utilizzo della corrente elettrica se non vuoi avere brutte sorprese in bolletta.
Le fasce di consumo di Piuma sono 2 e si chiamano Soft e “Comfort” e a ciascuna delle due corrisponde un diverso importo fisso mensile tutto compreso.

Piuma “SOFT” è la fascia di consumo dedicata ai clienti residenti che hanno consumato nell’anno precedente fino a 1800 kWh e ai clienti non residenti che hanno consumato fino a 800 kWh.
Piuma “COMFORT” è la fascia di consumo dedicata ai clienti residenti che hanno consumato nell’anno precedente da 1801 a 2700 kWh e ai clienti non residenti che hanno consumato da 801 a 1700 kWh.

Ecco perché quando vuoi attivare Piuma ti chiediamo l’ultima bolletta disponibile: per assegnarti la fascia giusta di consumo dobbiamo prima conoscere il dato del tuo consumo annuo precedente.

Fasce di consumo e quota di energia extra

Quando parliamo di leggerezza parliamo di quella bella sensazione che provi quando compri un prodotto o un servizio che ti toglie un pensiero. E per toglierti tutti i pensieri abbiamo voluto che dentro le fasce di consumo di Piuma tu ti ci sentissi davvero comodo e al sicuro da ogni preoccupazione, l’energia c’è ma non pesa.

Quando attivi Piuma “Soft” e Piuma “Comfort” ricevi una quota di energia extra fino al 50% in più del tuo consumo dell’anno precedente.

Categorie
Caratteristiche dell'offerta

Ti presentiamo Piuma

Se il mercato libero dell’energia ti confonde, Piuma è la soluzione!
Lo sappiamo bene che districarsi nel mondo delle offerte di energia elettrica per la casa non è facile: mercato libero o tutelato? Offerta fissa o variabile? Quale offerta tra tutte è quella giusta per me?

Succede che ti fai un sacco di domande, non sai come orientarti nella scelta perché le offerte parlano un linguaggio incomprensibile e alla fine sai cosa succede? Resti proprio dove stai, per paura di spendere di più, per paura di essere truffato, perché nessuno che conosci ha quel fornitore oppure perché attivare una nuova offerta può sembrarti complicato, ci sono telefonate da fare, fogli da riempire, email da mandare e insomma, lo sappiamo bene che ti passa la voglia.

Quando abbiamo pensato a Piuma abbiamo pensato a te, alle tue emozioni, e a partire da quelle abbiamo realizzato un’offerta con la quale puoi sentirti al sicuro, finalmente. Al sicuro da inutili lungaggini, complicazioni e rischi.

Se sei curioso di sapere come abbiamo fatto, continua a leggere. Ti promettiamo che saremo chiari e parleremo la lingua che parli tu.

Piuma: cos’ha di nuovo?

Piuma è un’offerta di energia elettrica green da fonti rinnovabili destinata ai clienti residenti e non residenti del libero mercato che hanno già una fornitura di energia elettrica attiva da almeno 12 mesi e con potenza contrattualmente impegnata fino a 6 kW.
Sai cos’ha di speciale Piuma? La leggerezza. È un’offerta a importo fisso tutto compreso per 12 mesi.
Sì certo – dirai tu – ma cosa pago nell’importo fisso e cosa resta fuori?  Nell’importo fisso sono comprese tutte le spese relative alla fornitura di energia che in bolletta trovi sotto la voce spesa per la materia energia, spese per il trasporto e la gestione del contatore, oneri di sistema, IVA e accise.
Con l’importo fisso tutto compreso di Piuma non devi preoccuparti neppure di eventuali oscillazioni di prezzo di queste componenti perché saremo noi a farcene carico.

Dall’importo fisso tutto compreso restano fuori il Canone RAI, il bonus disagio economico e fisco, fatture precedenti non pagate ed eventuali lavori tecnici.
E sai qual è la cosa straordinaria? Potrai smettere di preoccuparti della bolletta perché saprai sempre quanto spendi.
E ne vuoi sapere un’altra ancora? È 100% digital, facile da attivare, ci vogliono pochissimi minuti, tutto quello che devi fare è prendere l’ultima bolletta disponibile che hai. Attivare la fornitura di energia elettrica sarà facile come attivare un qualunque altro servizio. L’energia con Piuma diventa finalmente una cosa semplice.

Perché a Piuma serve la mia ultima bolletta disponibile?

Piuma è un’offerta di energia elettrica green a importo fisso mensile per fasce di consumo. Non le solite fasce di consumo F1, F2, F3, con cui hai dovuto fare i conti fino ad ora, quelle che facevano il prezzo dell’energia a seconda dell’orario e del giorno in cui la consumavi.
No no, le fasce di Piuma hanno innanzitutto un nome molto più simpatico, si chiamo “SOFT” e “COMFORT”, la senti già la differenza? Si chiamano così perché dentro ci starai molto comodo.

“SOFT” e “COMFORT” corrispondono a due diversi range di consumo annuo, ecco perché Piuma ha bisogno della tua ultima bolletta disponibile: tu la carichi online e noi, sulla base del consumo degli ultimi 12 mesi, capiamo se sei un tipo da “SOFT” o da “COMFORT”.

Dentro la tua fascia ci starai molto comodo perché avrai a disposizione una quota di energia extra oltre il limite massimo di consumo stabilito per “SOFT” o “COMFORT”. La quota di energia extra l’abbiamo voluta perché così non starai sempre a pensare: avrò consumato troppo? Avrò superato il limite massimo di consumo stabilito per la mia fascia? Niente pensieri, tutta leggerezza. Consuma l’energia di cui hai bisogno senza preoccuparti, la quota di energia extra è abbastanza per soddisfare tutte le tue esigenze in più ma ti chiediamo di stringere un patto con l’ambiente.

A questo patto abbiamo voluto dare un nome importante, si chiama “Patto di Consumo Responsabile” perché la tutela dell’ambiente è una cosa davvero importante e per salvare il pianeta dai rischi che lo minacciano è necessario che anche tu faccia la tua parte.

Noi ti diamo energia in più e in cambio tu ci prometti che sarai responsabile e non sprecherai inutilmente questa risorsa preziosa che è l’energia elettrica. Ci stai? Se ci stai sappi che in bolletta ti indicheremo sempre il livello di consumo e potrai comportarti di conseguenza.

Eh ma Piuma non la conosce nessuno

Obiezione sensata. Hai navigato internet alla ricerca di recensioni di altri consumatori per capire se puoi fidarti oppure no e non le hai trovate. Non le hai trovate perché Piuma è appena nata ma la sua storia non comincia adesso.

Piuma è un marchio di PLT puregreen, l’azienda di vendita del Gruppo PLT energia, il quale da anni è presente nel settore delle rinnovabili con impianti di proprietà. Inoltre copre tutta la filiera dell’energia, dalla progettazione alla realizzazione degli impianti, dalla vendita alla gestione della fornitura.

Piuma è appena nata ma è solida e ispirata dagli stessi valori di PLT puregreen e del Gruppo PLT energia: energia 100% green e 100% italiana come strumento per la sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

In questo articolo abbiamo fatto le presentazioni ufficiali, ti abbiamo parlato delle caratteristiche dell’offerta, ti abbiamo detto chi c’è dietro e ti abbiamo dato qualche buon motivo per cominciare a fidarti di noi. Se vuoi saperne di più puoi usare la live chat del sito oppure chiamare il Numero Verde 800.196.882 e se non hai voglia di chiamare compila qui il modulo e ti contattiamo noi.

Categorie
Caratteristiche dell'offerta

Benvenuta Leggerezza

Immagina di riprenderti tutto il tempo che prima dedicavi alla tua fornitura di energia elettrica, ora puoi farlo davvero. È arrivata Piuma, l’offerta di energia elettrica green 100% da rinnovabili a importo fisso mensile tutto compreso per fasce di consumo.

Siamo quelli del non basta mai, quelli che cercano di far stare troppi impegni in un tempo che è sempre insufficiente. Siamo quelli che corrono a ritmi veloci e finiscono per perdersi le cose che danno il piacere di vivere con leggerezza: preparare una torta, fare un bagno caldo e prendersi cura di sé, chiamare un amico e raccontarsi come ci tratta la vita, inviare una e-mail, accendere la musica e ballare da soli in una stanza. Piuma arriva da qui: l’energia c’è e non te ne accorgi, l’energia c’è e tu ti stai prendendo solo il bello.

Vivere con leggerezza è quello che ha portato Piuma fino a te: volevamo togliere di mezzo tutti quei pensieri di cui si può fare a meno e tenere solo l’essenziale, darti energia in modo semplice e trasparente, riducendo al minimo la gestione della fornitura e il pensiero della bolletta.

Piuma non è solo un’offerta di energia elettrica, Piuma riguarda ognuno di noi, riguarda l’ambiente e la sostenibilità: perché anche l’ambiente ha bisogno di riprendersi il giusto tempo per rigenerarsi e l’energia da fonti rinnovabili ci permette di soddisfare tutte le nostre esigenze senza compromettere gli equilibri che lo governano. Insieme impareremo a consumare meglio, a consumare responsabilmente evitando gli sprechi inutili, senza per questo dover rinunciare alle nostre comodità.

L’energia che non c’era adesso c’è. Benvenuta leggerezza!