Cambiare fornitore luce: procedura, tempi e costi

Cambiare il tuo attuale fornitore luce è molto più semplice di quello che pensi. In questo articolo ti spiegheremo passo dopo passo la procedura per sottoscrivere un contratto di fornitura per l’energia, e ti diremo con chiarezza quali sono i tempi e costi. Se poi vorrai passare a Piuma, sarà facilissimo!

Come prima cosa, il mercato libero dell’energia prevede che tutti i clienti siano liberi di scegliere da quale venditore e a quali condizioni comprare l’energia elettrica (così come il gas naturale). Da gennaio 2023 sarà definitivamente obbligatorio per tutti passare al mercato libero dell’energia; il mercato tutelato infatti scomparirà definitivamente, e sarà molto importante scegliere bene il fornitore evitando le procedure automatiche della burocrazia.

Se ti trovi ancora nella situazione di dover passare dal mercato tutelato a quello libero, approfittane subito per evitare problemi! Il mercato tutelato infatti ha sempre prezzi variabili che cambiano in base al costo dell’energia. Di questi tempi ti conviene approfittare delle offerte a prezzo bloccato, passando al mercato libero e scegliendo l’energia 100% green a canone fisso mensile tutto compreso di Piuma.

Chiedi subito un preventivo Piuma >

Procedura per cambiare fornitore luce

Vuoi sottoscrivere un nuovo contratto di energia rinnovabile con Piuma? Puoi farlo in pochi e semplici passaggi online su piumagreen.it caricando una bolletta recente e seguendo alcuni facili passaggi che ti indicheremo.

I dati necessari per ottenere un preventivo (non una stima, ma un vero preventivo) sono tutti compresi in una tua bolletta recente.

Ecco perché il primo elemento per poterti indicare l’offerta Piuma adatta al tuo stile di vita, è una bolletta recente. Qui possiamo verificare consumo annuo, potenza impegnata e tipologia di uso.

Chiedi subito un preventivo Piuma >

Successivamente, se il preventivo dell’offerta luce Piuma ti soddisfa, puoi proseguire con l’attivazione del contratto. In quel caso ci serviranno altri dati: intestatario della fornitura, indirizzo postale o e-mail per il recapito delle fatture, coordinate bancarie nel caso in cui opti per il pagamento tramite domiciliazione bancaria. Oltre alla la tua firma, ovviamente!

Tempi per cambio fornitore luce

Il passaggio al nuovo operatore di energia elettrica richiede dei tempi che possono variare da uno a due mesi. Sono tempi tecnici che ci servono per gestire tutti i passaggi con il tuo vecchio fornitore! Infatti durante questo periodo non avrai nulla di cui preoccuparti: lavoreremo noi per te per sbrigare la burocrazia.

Durante questo periodo il cliente non subisce alcun disservizio, ovvero non ci sarà alcuna interruzione della fornitura. È compito del nuovo gestore comunicare il recesso a quello precedente e occuparsi di tutto.

Una volta conclusa tutta la pratica, al cliente verrà comunicata la data esatta di avvio del nuovo contratto, che avviene per semplicità sempre a inizio mese.

Costi cambio fornitore luce

Costi? Quali costi? Cambiare fornitore di energia non richiede alcun costo, né per l’attivazione della nuova fornitura, né per il recesso dal vecchio fornitore!

Leggi anche...